Erlend Øye: vinci 2 biglietti per vedere il cantante dei Kings Of Convenience il 10/04/18 [chiuso]

by NoisyRoad Staff

Oggettivamente, il connubio star internazionale e passaporto norvegese può creare qualche dubbio.
Ma non è il caso di Erlend Øye, uno dei due ragazzotti provenienti da Bergen, piccola cittadina della penisola scandinava, conosciuti anche come Kings of Convenience.
Duo riconosciuto dalla critica come niente meno che leader mondiale del New Acoustic Movement. Ma Øye non è solo questo, è anche membro fondatore dei The Whitest Boy Alive e protagonista di una carriera solista con due album all’attivo, che lo porterà in Italia per quattro date sparse per la penisola.
Chi conosce i suoi album e la sua storia, conosce le mille maschere di questo artista, innamorato delle sonorità acustiche che sicuramente sono la sua natura; ma d’altro canto, fortemente affascinato da una bella signora chiamata elettronica. Questa sorta di “amante” che lo distoglie dalla sua attitudine è facilmente riconoscibile nel suo primo album, l’ormai datato Unrest che quest’anno compie 15 anni.

Tornando alle date italiane, una di queste si terrà alla Santeria Social Club di Viale Toscana 31 a Milano e grazie a una collaborazione con la stessa Santeria e DNA Concerti, abbiamo deciso di regalarvi un’esperienza di coppia… ma in che senso?
Abbiamo deciso di regalare ad un nostro lettore due biglietti per vedere e farsi trascinare dalla voce proveniente da atmosfere baltiche il 10 aprile.

Come vincere un biglietto? Rispondi alla domanda qui sotto e tagga sotto il post l’amico/a con cui vorresti andare al concerto! Hai tempo fino al 5 aprile 2018.


200520092013

I tuoi dati

Voglio ricevere news indie una volta a settimana

 

Erlend Øye sarà in Italia per le seguenti date:

10 aprile, Santeria Social Club, Milano: AQUISTA QUI

11 aprile, Palazzo Liviano, Padova: SOLD OUT

13 aprile, Auditorium Parco Della Musica – Sala Petrassi, Roma: AQUISTA QUI

14 aprile, Covo Club, Bologna: SOLD OUT

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua