L’evento da non perdere: To Kill A King per Music Support

by Alessia Nosari

Fare della musica il proprio lavoro è l’obiettivo che molti di noi, probabilmente, si sono prefissati. Lavorare a stretto contatto con la musica, spostarsi di città in città, avere a che fare con artisti diversi, essere un artista, scrivere la propria musica, andare ad un concerto dopo l’altro…un sogno. Sotto la patina di divertimento senza sosta ed eccitazione a mille, però, possono nascondersi problemi quali ansia, insicurezza, difficoltà nel gestire le proprie relazioni e, nei peggiori dei casi, dipendenze e abusi. In un’industria come quella musicale dove tutto è frenetico e imprevedibile, la salute mentale di artisti e di chi lavora dietro le quinte è un argomento importante che, purtroppo, molto spesso non viene trattato con la giusta attenzione. A noi sta molto a cuore e abbiamo deciso di svelare una breve anteprima di un progetto ancora work in progress nei cantieri di NoisyRoad che tratterà, appunto, la connessione tra salute mentale e industria musicale. Per farlo, vogliamo condividere un evento tanto bello quanto utile che si terrà il 28 maggio a Londra e vedrà come protagonisti i To Kill A King, la band inglese indipendente che abbiamo intervistato con piacere qualche mese fa.

Il tutto è organizzato da Music Support, che si è rimboccata le maniche e ha messo in piedi il primo evento di raccolta fondi sotto la guida di Amy Gordon (Diamond Jacks Management) e Pearse Grady (promoter, Baker Boy Music). La band To Kill A King sarà l’ospite d’onore della serata e condividerà il palco con i solisti Charlie Barnes e Monty Taft. Tutto il ricavato dei biglietti andrà a Music Support per aiutare l’organizzazione a raggiungere il proprio obiettivo: assicurarsi che chi soffre di disturbi o instabilità mentale o dipendenza nell’industria musicale non venga lasciato da solo.

Ma cos’è Music Support? E perché non ne abbiamo mai sentito parlare in Italia? Music Support è un’organizzazione benefica che offre sostegno e servizi per chi soffre di disturbi emotivi e mentali all’interno dell’industria musicale. Tramite linee telefoniche di supporto aperte 24/7 e appositi siti di ascolto ai festival, l’organizzazione fa sì che la salute mentale di chi lavora nel settore della musica venga al primo posto. Tutti ne possono usufruire: dagli artisti ai manager, dai tecnici agli addetti alla sicurezza e chiunque necessiti di un punto di riferimento in momenti critici. Dal 2016 ad oggi, Music Support è stata pioniera nel Regno Unito per quanto riguarda organizzazione di workshop e training per gestire situazioni di crisi. Ora, grazie all’instancabile lavoro di volontari e organizzatori, l’associazione ospiterà il primo concerto di beneficenza targato Music Support il 28 maggio all’Omeara a Londra.

Non tanto tempo fa, abbiamo intervistato i To Kill A King, maestri della musica DIY e sempre pronti a stupire i propri fan con nuove sorprese. Dopo aver supportato la band Bastille durante il loro “Reorchestrated” tour, la band inglese torna a suonare nella capitale per una nobile causa. Quando ci avevano detto di avere in serbo delle grandi novità, non ci saremmo mai aspettati di vederli come atto principale di questa serata.

“Music Support sta facendo un lavoro incredibile in quest’industria che può essere così manipolatrice con gli artisti e quando ci hanno chiesto di prendere parte all’evento, non potevo farci scappare l’opportunità. L’Omeara è uno dei nostri locali preferiti e stiamo lavorando per renderla una serata davvero speciale”, Grant McNeill, chitarrista.

A supportare il quintetto ci sarà Charlie Barnes, cantautore e turnista dei Bastille e l’artista folk Monty Taft.

“E’ davvero un onore fare parte di questa serata organizzata da Music Support. Essere coinvolti nel mondo della musica può essere un lavoro strano. Certo, alcuni momenti sono davvero eccitanti, ma -per esperienza- non possono esistere senza quelli spaventosamente bui. E’ così facile sentirsi come l’unica persona al mondo ad avere delle difficoltà in questa industria, ma organizzazioni come Music Support stanno facendo un lavoro favoloso per aiutarci tutti a sentirci meno soli”, Charlie Barnes.

Se siete a Londra e non sapete come riempire un lunedì sera di bank holiday, non perdete l’occasione di prendere parte a questa bellissima iniziativa scoprendo ottima musica e contribuendo ad una giusta causa! 

Per biglietti e informazioni: https://omeara.seetickets.com/event/music-support-presents-to-kill-a-king/omeara/1220607

 

Alessia Nosari

Mi lamento sempre della musica alla radio, raccolgo i centesimi tra i cuscini del divano per andare ai concerti e sogno di lavorare come tour manager di Bon Iver. Nel frattempo scrivo, cerco, scopro, ascolto musica non-stop.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua


Ci trovi anche qui: