Intervista a Jacopo Castagna (Le Larve)

by Leeds United

Le Larve sono un gruppo Rock “del sottosuolo” attivo da circa quattro anni. L’11 Marzo è uscito il loro album d’esordio “Non sono d’accordo”, di cui abbiamo il piacere di parlare con Jacopo Castagna, il cantante del gruppo.

larve

 

Ciao Jacopo, è uscito da poco il primo album de Le Larve, “Non sono d’accordo”, nella copertina dell’album appare un bambino sdentato che fa i capricci con nello sfondo una chitarra elettrica, un David Bowie arancione e un narghilè. Perchè questa scelta? E’ in qualche modo legata alla canzone “Proteggi i bambini”?

Allora, il bambino che urla è un palese richiamo al titolo del disco,il mio cuginetto Alessandro, si è prestato in accordo ad apparire in disaccordo per gli scatti,che sono stati effettuati a pochi giorni dalla morte di Bowie,personaggio profondamente ammirato e stimato. il narghilè in realtà è solo un oggetto di arredo,e non era stato pensato un riferimento a quella canzone ma direi che potrebbe trattarsi di subconscio!?

So che sei stato un doppiatore e che hai prestato la voce a personaggi importanti come Barney Clark in Oliver Twist e Zachary Infante in School of Rock (Gordon), ti sei lasciato alle spalle il periodo di doppiatore affiancandoti alla musica, oppure hai deciso di lasciar aperte tutte e due le opzioni?

Porto ancora avanti la professione del doppiaggio,in questo periodo soprattutto,è un mestiere con cui ho iniziato a confrontarmi da quando ero davvero piccolo,sono quasi 15 anni che ho il piacere di prestare la mia voce in questo modo.

Le Larve collaborano con l’etichetta discografica indipendente LDM, ma non tutti hanno questa possibilità, quindi si affidano al crowdfunding e a piattaforme digitali come musicraiser per produrre la loro musica. Il mondo della musica in Italia è molto complicato e quasi mai un artista riesce a derivare dalla propria arte un profitto vero e proprio, che ne pensi?

Parlo per me, ma io non potrei mai pensare di fare musica con lo scopo di trarne un profitto,ho avuto la fortuna di aver incrociato nel mio percorso,una di quelle rare persone che è disposta ad investire sugli artisti; la LDM è stato un passo importante per me,perché mi è stata data la possibilità di affidare ad una squadra il mio progetto,ma anche prima del contratto io facevo musica, la facevo per esigenza,e mi costava più soldi di quelli che poi andavo a guadagnare, ma non ho mai dato un prezzo a quello che provo quando sono su un palco, o quando partorisco un pezzo,che è conseguenza spesso,anche di uno step nel mio percorso personale.

Parliamo della canzone “Quello che sono”, per questa traccia hai collaborato con Chiara Dello Iacovo, giovane cantautrice Astigiana, anche lei con la pubblicazione del suo primo disco alle spalle, come vi siete conosciuti? E perché hai deciso di collaborare proprio con Chiara?

Io e Chiara ci siamo conosciuti alle fasi finali di un concorso per autori nel 2014, io sono rimasto colpito dalla sua esibizione, e visto che mi occupo anche di organizzare eventi a Roma, l’ho fatta scendere per una serata poco tempo dopo. Dà lì è nato un rapporto che ci ha portato a incidere quel pezzo insieme,se non avessi mai conosciuto Chiara non avrei mai scritto quella canzone, il mio primo “feat.” non poteva che essere con lei.

L’ultima traccia dell’album è “L’ultimo Natale prima della fine del mondo”, legata alla prima traccia che appunto si chiama “Il primo Natale dopo la fine del mondo”, descriveresti la canzone come una critica al natale e alla sua piega degradante?

Sono due pezzi che hanno una storia in comune ma che si raccontano in maniera piuttosto differente, l’ultima traccia, “l’ultimo natale” è stata scritta il giorno di natale del 2011, mentre “il primo natale” è stato scritto il 25 dicembre successivo;
uno dei due testi è un ironica satira scritta da un 17enne su una realtà non troppo distorta; l’altro parla di più di un periodo particolare della mia vita,e con una chiave di lettura personale,è un testo che parla acidamente di liberazione; delle versioni antecedenti di questi pezzi saranno disponibili in un prossimo futuro,e sono le versioni incise il giorno esatto del concepimento dei brani,in fretta e furia; tutto questo molto prima di LDM ovviamente.

Avete già programmato un tour per la sua promozione?
Il tour è in programmazione e verranno pubblicate le date fra un po’ nel sito delle Larve.

le lave

Leeds United

Il pittore dipinge su tela. I musicisti dipingono invece i loro quadri sul silenzio.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua


Ci trovi anche qui: