10 cose che solo i fan degli Strokes possono capire

by Fort

Son passati 15 anni, eppure siamo ancora qui, per l’ennesima volta, a sperare in un nuovo disco degli Strokes.

Diciamocelo pure: siamo un fandom portato all’esasperazione, allo sfinimento; per avere una qualsiasi novita` ci dobbiamo aggrappare a tweet, indiscrezioni o voci non confermate, al punto che le cominceremo a sentire nella nostra testa, le voci, se non ci danno un briciolo di notizia ufficiale al piu` presto.
E mi sto rivolgendo a te, fan degli Strokes, che hai ascoltato cosi` tante volte Is This It? che quando ti fai la doccia indossi comunque sempre un guanto nero di pelle: non preoccuparti, non sei solo.
Ecco 10 cose che solo noi possiamo capire.

  1. La tua vita e` fatta di incertezze

    Sei cosi` distrutto interiormente che hai difficolta` a instaurare rapporti basati sulla fiducia. Ed e` solo colpa loro.
    Pause che durano decenni, album che escono ma nessun tour, un giorno un’intervista su NME di Albert Hammond JR dalla quale vengono estrapolate 79 prove secondo le quali gli Strokes faranno un nuovo album entro dieci minuti, il giorno dopo un’intercettazione telefonica di Julian mentre si fa le meches rosse in cui si evince chiaramente che la band ha intenzione di sciogliersi domani, anzi oggi, anzi si e` gia` sciolta ma non ce lo vogliono dire.
    AIUTATECI

    comic1

  2. Detesti l’ignoranza musicale italiana

    comic2

  3. Hai sentimenti contrastanti nei confronti dei progetti personali

    Ok, va bene ragazzo, esprimi il tuo talento in tutti i modi che preferisci, ma oltre a far partire dodici nuove band, che ne dici magari di fare un nuovo album con quegli altri quattro? Sai, quelli li` con i quali sei diventato famoso in tutto il mondo, qualche anno fa, non so se hai presente… E non chiediamo nemmeno un tour europeo eh, per quello continueremo a sprecare ogni avvistamento di stella cadente a San Lorenzo. Come negli ultimi 3 anni.

  4. Non hai ancora capito se Comedown Machine sia un buon album o una merda

    E in questo momento son sicuro che, sorpreso, hai detto, “Ma come! E` chiaramente stupendo/terribile”
    Non se ne esce. Conosco persone che lo considerano uno schifo, e altre che lo dichiarano il loro album migliore. Qualcuno dei due gruppi ha bisogno di uno psichiatra, ma non ho ancora deciso quale (ed e` meglio che non cominci a parlare di Tyranny)…

    Non avete ancora deciso? Vi do una mano (buona fortuna…):

    https://twitter.com/wowafranklin/status/474105621261070336

  5. Squadra che vince non si cambia

    timeline
    Di qualcosa, bisogna ammetterlo, non possiamo lamentarci. Per quanto possano tediarci con pause, ripensamenti, teaser che ci fanno rivalutare la vasca di siringhe di Saw, i nostri ragazzi sono sempre rimasti uniti. Un amore per la propria band a tal punto da aver stretto un patto tra di loro che sancisce lo scioglimento in caso di abbandono di uno dei membri.

  6. Vorresti una macchina del tempo per essere maggiorenne nel 2001

    Se c’è una cosa che rimprovero ai miei genitori, è il fatto che ho le abilita` artistiche di un criceto morto è  non avermi concepito una decina di anni prima. Sarei stato maggiorenne nel 2001, e mi sarei goduto a pieno The Modern Age EP, i primissimi live, l’attesa per il debut, la pubblicazione… Vi immaginate andare al negozio di dischi siga in bocca, giacca di pelle, converse ai piedi e tornare a casa con Is This It fresco fresco di uscita?
    p.s. Se sei abbastanza vecchio per averlo fatto: ti odiamo. Tutti.

  7. Esistono due tipi di persone: quelli che hanno pianto a un concerto degli Strokes, e quelli che non sono mai stati a un concerto degli Strokes

    Non si accettano vie di mezzo.

  8. Credi che Is This It? sia il miglior album degli ultimi 15 anni, come minimo

    Senza sembrare esagerati possiamo dire che Is This It? sia l’album migliore del terzo millennio, (detto tra noi: sì, è l’album migliore della storia della musica, ma facciam finta di essere obiettivi); qualche anno fa NME diceva praticamente la stessa cosa, mettendo il loro debut al comando dei 100 migliori album della decade.
    Ha formato una generazione, comandando la guitar-rock revolution dei primi anni 2000 senza la quale, ne sono convinto, non esisterebbero gli Arctic Monkeys, giusto per fare l’esempio più celebre.

  9. Sei eternamente grato a quest’uomo
    an-evening-with-gordon-raphael

    Per i (spero pochi) infedeli che non sanno chi sia: è Gordon Raphael, produttore di The Modern Age EP, Is This It?, Room on Fire. E ora pentitevi e andate a recitare tre Someday e due Reptilia. In poche parole, comunque, ha prodotto i migliori dischi degli Strokes (sento già le tastiere di fan accaniti di FIOE battere furiosamente).

    Ho avuto la fortuna di andarlo ad ascoltare dal vivo, durante il suo mini-tour UK in cui raccontava la sua storia e gli inizi degli Strokes. E a nome di tutti voi, ho fatto ciò che aspettavo da anni. Gli ho stretto la mano e gli ho detto: “Gordon, thank you, thank you so much. You shaped my life.”

  10. E vorresti sposare questo elemento
    julian1

    Diciamocelo, qualsiasi sia la tua sessualità,

    non

    julian6

    puoi

    julian2

    non

    julian3

    amare

    julian4

    questo

    julian5

    individuo!

    julian5

Fort

Ho passato metà della mia vita cercando di essere come gli altri, e l'altra metà per tornare ad essere me stesso.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua