NoisyList #6 – Movie Night!

by Fort

Accomodatevi sul divano e prendete i pop-corn, questa sera e` Movie Night!
Le nostre tracce preferite all’interno dei film che amiamo, in una playlist che i cinefili ameranno. Buona visio.. ehm, ascolto!

6-movienight

 


Anyone Else But You – The Moldy Peaches
L’essenza di Juno, tanto che alla fine del film Ellen Page e Michael Cera ne fanno una propria versione dopo che il “fagiolo” (cit.) è nato e tutto lentamente torna alla normalità com’è sempre stato. L’essenza di Juno tanto che, pare, Ellen abbia consigliato questa canzone al regista quando quest’ultimo le ha chiesto cosa, secondo lei, Juno ascoltasse. Una melodia semplice ed un testo altrettanto semplice ma di impatto, pieno di quella dolcezza ingenua e inconsapevole che permea tutta la pellicola.
– Juno

Glass in The Park – Alex Turner
Uno dei miei film preferiti con una colonna sonora impeccabile. Alex Turner non ne sbaglia una, fornendo il perfetto sottofondo alle vicende di Oliver che ognuno di noi, almeno per un momento, ha pensato essere la rappresentazione cinematografica del frontman delle Scimmie
– Sally

Born Slippy – Underworld
Impossibile non inserirla in questa lista. Un film epico e una soundtrack che meriterebbe tante altre menzioni (Lou Reed, Iggy Pop, Blur, Primal Scream, New Order, Pulp…).
Pura trance, pura nostalgia.
– Fort

You’re Gonna Miss Me – The 13th Floor Elevators
Tratta da High Fidelity, un “Must See” per chi vive di musica, questa canzone fa da sottofondo ad una domanda che prima o poi ci siamo posti tutti: “What came first? Music or the misery? People worry about kids playing with guns or watching violent videos, nobody worries about kids listening to thousands of songs about heartbreak, rejection, pain, misery and loss. Did I listen to pop music because I was miserable, or was I miserable because I listened to pop music?”
– Giulia

Waterfall – Stone Roses
Un film che mette in contatto due culture non puo` che usare questa canzone per mostrare quale vinca.
– Alby

Anthems for a Seventeen Year Old Girl – Broken Social Scene
Film: Scott Pilgrim vs The World
Sarà colpa di quell’amabile disadattato di Michael Cera, ma (mi vergogno un po’ a dirlo) Scott Pilgrim ormai lo so a memoria, e lo stesso vale per la sua colonna sonora – che per fortuna non è da buttare.
– Fraturner

Rise – Eddie Vedder
Premetto che la scelta di un brano solo all’interno di una colonna sonora così bella è stata un’impresa ardua, se non impossibile. Benché ci siano brani più significativi all’interno del film che racconta la storia di Christopher McCandless aka Alexander Supertramp aka il giovanotto che ha deciso di mollare tutto per andare a vivere Into the wild,  la voce profonda di Eddie Vedder accompagnata dalla leggerezza e dall’allegria dell’ukulele hanno per me un fascino irresistibile.
– Arizona

Accidentaly in love – Counting Crows
Questa canzone rappresenta l’unico motivo per cui ho apprezzato il film ‘Shrek 2’. Un brano travolgente che riascoltandolo oggi a distanza di oltre 10 anni mi fa tornare a essere il bambino di allora che amava saltare sul divano ogni volta che veniva passato per radio
– Ivan

Don’t You (Forget About Me) – Simple Minds
Scritta appositamente per The Breakfast Club, questa canzone divenne uno dei maggiori successi dei Simple Minds. Il film, uno dei miei preferiti, è un cult anni ’80 fenomenale. Con semplicità e verità riesce ad essere attuale e divertente anche a distanza di 30 anni. Come dimenticare il pugno vittorioso alzato al cielo da John Bender  o la scena del ballo sulle note di Karla DeVito? “Caro Mr. Vernorn, abbiamo accettato il fatto che abbiamo dovuto sacrificare l’intero Sabato in punizione per qualsiasi cosa abbiamo fatto di sbagliato. Quello che abbiamo fatto è sbagliato. Ma pensiamo che sia pazzesco fare un tema che le dica chi siamo. Lei ci vede come vuole vederci, in poche parole, nelle definizioni che più le convengono. Ma quello che abbiamo scoperto è che ognuno di noi è: un cervello… e un atleta… e una fuori di testa, una principessa e un criminale. Questo risponde alla sua domanda?
Cordialmente, The Breakfast Club.”
– NeevWilliams

Misirlou – Dick Dale
Ha bisogno di introduzioni? La traccia che apre Pulp Fiction. E nel tour di Velociraptor i Kasabian la suonavano dopo Fast Fuse.Bel pezzo. Grandissimo film.
– Conveezus

 

Fort

Ho passato metà della mia vita cercando di essere come gli altri, e l'altra metà per tornare ad essere me stesso.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua


Ci trovi anche qui: