Honne @Electric Brixton, London| 3/03/2016

by Giulia
Photo credits: Electric Brixton
Photo credits: Electric Brixton

Warm on a Cold Night è il titolo del brano d’esordio e di sicuro il più celebre di questa band londinese, ma non solo: è anche esattamente il modo in cui mi hanno fatta sentire, e con me tutto il pubblico presente all’Electric Brixton lo scorso 3 Marzo, gli HONNE, una band relativamente nuova sulla scena musicale dal sound del tutto innovativo e coinvolgente.

Non è la prima volta che assisto ad una loro performance: li ho scoperti casualmente all’interno della sezione Radar di NME dedicata alle nuove proposte musicali all’incirca un anno e mezzo fa, e sono riuscita ad aggiudicarmi un paio di biglietti per il loro show al The Laundry, un locale/seminterrato nell’Est Londinese decisamente hipster. Sono rimasta molto colpita dal loro sound, il quale non è paragonabile a nessun altro e nemmeno circoscrivibile all’interno di un solo genere musicale: nei loro brani si fondono Soul e Synth Pop passando per l’elettronica, un mix arricchito da strumenti insoliti come gli archi. Qualcuno ha detto di loro che hanno ridefinito completamente quella che si può chiamare “baby-making music”, giusto per metterla in termini adatti alla fascia protetta.

Entro nel locale, al riparo dal pungente freddo londinese, giusto in tempo per il support act: si tratta di Jones, cantante solista dalla voce di velluto, la quale ha collaborato come seconda voce femminile ad un brano della band presente nell’ultimo EP Gone Are the Days, intitolato There’s No Place Like Home.  Il pubblico è molto vario: si va dalle coppiette adolescenti, agli hipster barbuti, agli ultra-quarantenni in gruppo, con le rispettive mogli o in solitaria.

Photo credits: Electric Brixton

Gli HONNE salgono sul palco alle nove e trenta, accolti dal boato e dagli applausi della folla. La performance inizia con il loro cavallo di battaglia Warm On A Cold Night, una scelta un po’ azzardata per la regola universale del “save the best for last”, ma che funziona: il pubblico si scatena, non c’è una singola persona in tutto il locale che non canti le parole del testo o che non si strusci contro la propria dolce metà. Si prosegue con una carrellata di brani selezionati dai quattro EP finora auto-pubblicati dalla band sotto l’etichetta Tatemae Recordings (Warm on a Cold Night, Coastal Love, Over Lover, Gone Are The Days). Colpisce Top To Toe, una ballad electro-pop che rappresenta la  perfetta colonna sonora per quelle storie d’amore dove tu ti logori dentro per una persona, mentre l’altra è più, come dire… “meh”.

Nonostante il calore e la reazione positiva dei presenti il cantante della band, Andy (i due membri non hanno mai rivelato i loro cognomi, ndr) si presenta piuttosto impacciato nei movimenti e nell’interazione con il pubblico. Tuttavia anche se in quanto a presenza scenica lascia un po’ a desiderare, non si può di certo dire lo stesso a livello vocale: la sua voce soul e perfettamente intonata è di quelle che ti risuonano dentro, che ti fanno chiudere gli occhi per lasciarti trasportare, come accade durante l’esecuzione di The Night. Vale una menzione speciale l’ammiccamento molto cheeky durante il primo verso della canzone “spend the night and we will make it worth the while”.

Photo credits: Electric Brixton
Photo credits: Electric Brixton

Che dire, posso tranquillamente affermare che ne è valsa la pena. Eccome. A conferma di questo mio pensiero arriva il brano di chiusura dell’encore dopo i vari ringraziamenti alla band e al pubblico, All In The Value. Un brano arricchito dal sorprendente assolo di chitarra di James, la seconda metà del duo, e magistralmente accompagnato da giochi di luci accecanti amplificati dalle varie disco ball presenti nella sala. In conclusione, gli Honne si presentano come una band che ha ancora un po’ di strada da fare sul piano del live, ma che parte con dei presupposti decisamente buoni.

Vivo Concerti ha accennato sulla sua pagina Facebook ad una loro data in Italia, nell’attesa di ulteriori news potete godervi il video del loro ultimo singolo Woman qui.

 

Segui la band:

Sito Web: hellohonne.com

Facebook: https://www.facebook.com/hellohonne/

SoundCloud: https://soundcloud.com/hellohonne

 

Giulia

The pink-haired one. Quando non cerco di evitare la morte nei moshpit mi trovate a rovistare tra i vinili nei negozi di dischi pù polverosi di Londra. In quel di Albione ho studiato Music Management e ogni tanto scrivo la mia opinione in mondovisione. Potrei sembrare una persona seria e pacata, ma non contateci troppo. Sono pur sempre quella che preferisce andare ai concerti da sola per evitare che le persone vedano la sua vera natura.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua


Ci trovi anche qui: