Mai sedersi sul divano di André – 15 Indie Sex Songs

by lupostrozzato

Condividi l'amore <3


Parliamoci chiaro: ormai siamo tutti schiavi di spotify. Qualcuno spreme tutto ciò che riesce dalla versione free, qualcun altro decide addirittura di dare dei soldi a questi geni del male per avere ancora di più. Chi più, chi meno, sfruttiamo le caratteristiche di questa piattaforma che nel bene e nel male ha cambiato il modo di ascoltare musica. Non starò qui ad elencare quindi tutti i pregi di questa applicazione perché sinceramente anche sticazzi, sono qui per il motivo opposto: portare alla luce un difetto, una mancanza, una falla.

E’ sera. Una di quelle sere. Ci siamo capiti, no? Beh, ci capiremo presto.
Faccio zapping con il telecomando. Mtv ha appena mandato in riproduzione per la quinta volta nelle ultime due ore Take me home di Jess Glynne. Per carità, sei bravina, ma adesso mi serve altro. Sulle altre reti ormai dominano televendite e spot per dimagrire con la nuova macchina per fitness che brucia i grassi meglio di charizard. Okay, spengo la tv. Torno davanti al pc, apro spotify, clicco sulla sezione GENERI E MOOD dove mi aspetto di trovare una playlist che faccia al caso mio e inizio a sfogliare.
Filtro per musica indie, scorro le varie playlist. C’è la playlist per i viaggi, quella deep dark, quella feel good, tutto molto bello ma… La Indie Sex Playlist? Cazzo, manca.

Se siete per del buon sesso immersi in un irreale silenzio spezzato soltanto dai vostri gemiti d’amore, questo articolo non fa per voi; a meno che non vogliate cambiare le vostre abitudini.
Se invece non disdegnate una discreta atmosfera aiutati dalle note di qualche canzone, questo delirio d’onnipotenza sotto forma di articolo potrebbe fare proprio al caso vostro.
Non è per niente facile trovare canzoni adatte a momenti come questo, così ho raccolto in giro varie impressioni e ho stilato questa lista che segue unicamente il mio gusto personale e le minacce di licenziamento perpetrate dal boss nei miei confronti.

Candy – Paolo Nutini

Che dire. Se la canzone, possibilmente unita al video ufficiale, non scatena in voi la peggiore delle tempeste ormonali, avete definitivamente qualcosa che non va.
Candy è una garanzia per quelle serate romantiche condite da del sesso passionale e coinvolgente. Grazie Paolo (per tutto)

505 – Arctic Monkeys

Lenta, coinvolgente, sensuale. Forse non è amore ma che importa? Questa notte vi amerete.
Via i vestiti, giù le mani, pensieri annegati in un bicchiere colmo d’alcol.  Luce spenta o soffusa, corpi lenti e sudati, è il minuto 2:30. Via i vestiti, mani addosso, un po’ brilli, godetevela.

Damage Done – Moderat

Come avrete capito, prediligo le canzoni lente con discreti picchi melodici.
Non dev’esserci necessariamente una chitarra in mezzo al testo, a scandire i vostri corpicini aggrovigliati tra le coperte di un letto. A volte vi accorgerete che qualche basso ben piazzato può accompagnare meravigliosamente il vostro rapporto. In questo, damage done, fa il suo sporco lavoro.
Provate e poi fatemi sapere (senza entrare nei dettagli)

Dice – Finley Quaye

Lo so, sono un bastardo. Ho colpiti lì, laddove i vostri piccoli sentimenti adolescenziali riposavano quieti.
Ho colpito in uno dei punti scoperti della nostra puberta: The O.C.
Oh già cari miei. Quale canzone accompagnava Ryan Atwood su per le scale del grattacielo in cui Marissa stava festeggiando capodanno in attesa del fanciullo che l’avrebbe limonata? Questa.
E quale canzone si adatta perfettamente a scene di sesso sul divano di casa con televisore acceso a volume bassissimo e genitori o coinquilini appisolati nella stanza accanto? Sempre questa.

Teardrop – Massive Attack

Se non metti i massive attack non vale”. Confermo.
Un altro brano lento prosegue l’odissea di questa playlist alla ricerca dell’atmosfera perfetta.
Poco da dire riguardo questo pezzo, se vi concentrate riuscirete anche a vedere un video musicale con voi e il vostro partner protagonisti. Mettetelo in play, alzate il volume delle casse e fatevi valere.
Il resto verrà da sé.

Intro – The xx

Okay, su spotify è presente soltanto la short version di 2 minuti, ma la versione estesa di questa canzone è un orgasmo unico che dura all’incirca 7 minuti. E’ talmente perfetta che non sfigurerebbe messa in loop per qualche ora, fino a quando il vostro corpo regge. Maschietti, ricordatevi che ci sono anche le coccole, approfittatene (per ascoltare più a lungo questo pezzo, ovviamente!)

Dreaming of you – The Coral

Per questa vale lo stesso discorso fatto per Dice. Forse non tutti la ricorderanno, ma una delle scene romantiche che più ci hanno fatto emozionare in una serie tv aveva in sottofondo questa canzone. La serie tv è Scrubs, i due protagonisti sono JD ed Elliot e non potevano scegliere pezzo migliore per amoreggiare sul pavimento di casa. Fatelo anche voi (forse un caminetto è chiedere troppo, ma non guasterebbe)

Matilda – alt-J

Un po’ diversa dalle altre canzoni presenti in questa lista, Matilda ha un ritmo incalzante e rilassante, l’ideale per voi amanti delicati e tranquilli, nel vostro letto alla francese da una piazza e mezzo condiviso con la vostra partner di tutta una vita. Suona noioso? Nah.

Slide Away – Oasis

Un mio vecchio capo, quando mettevo gli Oasis e in particolare questo pezzo, era solito dire “quanto cazzo trombavo quando era uscita questa”. La cosa mi ha sempre fatto ridere molto ma la realtà è che su questo pezzo tromberebbe ben volentieri anche un guardiano della notte, col rischio di essere decapitato seduta stante. A differenza di tanti pezzi sopraelencati questo non ha nulla di lento e trascinante, molto più grezza e passionale, nella sua intramontabile bellezza. Da ascoltare a ripetizione sotto le fronde di qualche albero, con la luce calda del sole di luglio (occhio agli atti osceni in luogo pubblico!)

Stolen Dance – Milky Chance

Questa ha un posto speciale nel mio cuore perché mi ricorda lontani pomeriggi inoltrati di fine luglio, l’appartamento di lei illuminato dalle luci del tramonto, la germania che fa un culo pazzesco al brasile di neymar e io, nudo sul suo letto bassissimo con questa canzone nelle orecchie e ancora lei, seduta di fianco a me col suo solito sorriso, quello imbarazzato e felice delle prime volte insieme. Non può mancare in una playlist di questo genere e quando proverete in prima persona, converrete con me. Sensuale e travolgente.

Me vs Maradona vs Elvis – Brand New

Non voglio dilungarmi riguardo questo brano e questo gruppo perché ho diversi tatuaggi ispirati da loro che dimostrano quanto io ne sia totalmente innamorato. Oltre ad essere una canzone indubbiamente conciliante, non posso non farmi condizionare dal testo scritto da sua maestà Jesse Lacey, che ispira peccato carnale da ogni verso. “You can sin or spend the night all alone”. Lasciatevi ammaliare dalla sua voce strascicata e non uscite da sotto le lenzuola fino a che non sia finita.

I Need My Girl – The National

In realtà in questo caso basta già solo la voce a rendere una qualsiasi canzone idonea a stare in questa playlist. Se poi la canzone è questa, tutto viene amplificato di diverse unità. Un ritmo incalzante e una voce profonda e seducente vi terrà compagnia proprio in quelle mattine. Che altro chiedere?

Riverside – Agnes Obel

Siamo quasi in chiusura. Mancava una canzone con melodia romantica per le coppiette felici che fanno all’ammore quotidianamente ma con la stessa passione della prima volta (sicuramente, no?). Riverside è fedele al proprio nome e vi dà l’impressione di essere cullati dallo scorrere placido di un fiume di montagna. Tra una nota e l’altra, ricordatevi anche di scopare.

Leave before the lights come on – Arctic Monkeys

Questa è una di quelle citazioni necessarie che tanto affollano wikipedia. Chiariamoci, musicalmente non vi sto veramente consigliando questa canzone perché non la vedo adatta a momenti di irrefrenabile passione. Dovete ammettere però che sarebbe un modo indubbiamente divertente per lasciare un messaggio chiaro e conciso al vostro partner per una notte. Immancabile.

Sex – The 1975

Scontatissima ma necessaria. Dopo tante canzoni calme e rilassanti, finalmente lasciamo spazio alla carica adrenalinica di Sex, cortesia di Matty Healy e compagni. La canzone ispira quello, il testo ispira quello, fanciulle – sì, lo sappiamo – anche il cantante ispira quello. Non dovete far altro che aspettare che lo shuffle punti su questo brano e poi preoccuparvi del resto. In bocca al lupo.


Ci siamo. La playlist è pronta. Avrete notato che dura all’incirca un’ora; questo perché noi di NoisyRoad abbiamo tutti grandi pregi e caratteristiche che ci rendono unici ma siamo soprattutto molto, tremendamente, forse esageratamente ottimisti. Come scritto poco sopra, cari uomini che state leggendo questo articolo, ricordate che le coccole sono un ottimo escamotage per arrivare ad ascoltare questa playlist per intero. Buon ascolto.

E voi cosa fate quando siete a fare con il vostro fidanzatino o la vostra fidanzatina ciò che la primavera fa con i ciliegi? Qual è la colonna sonora dei vostri peccati carnali? Musica indie? Televisore in loop su Mastrota che vende pentole? La nonna che russa? Nel caso non sia la nonna che russa, fatecelo sapere con un commento proprio qua sotto, oppure condividendo l’articolo, oppure facendo un po’ come cazzo pare a voi, basta che ce lo facciate sapere: potreste andare ad arricchire questa lista e la playlist ufficiale di NoisyRoad dedicata alle nostre indimenticabili, entusiasmanti, indie sex songs.


Sono seduto su una panca in legno e di fronte ho un tavolo con sopra tutti i tipi di sushi immaginabili e sto pensando al sesso. Lo sapete che il sushi ha potere afrodisiaco? Ora lo sapete.
Di fianco a me, un amico mi chiede com’è andata con la tizia dell’altra sera. Gli spiego che ci siamo baciati, era inevitabile. Dopo tutto, se vieni a casa mia e ti siedi sul mio divano, non puoi pensare non ti metta la lingua in bocca, no? Il mio amico, con tutta la calma del mondo, apre il bloc notes del suo telefono e scrive “mai sedersi sul divano di andre”.

Playlist Spotify:

 

 

Condividi l'amore <3

lupostrozzato

« Insopportabilmente irriverente e indisponente, e assurdamente presuntuoso » (cit.) Andrea nasce e cresce a Torino dove si ciba quasi unicamente di pane e polemica. Ascolta prevalentemente musica indie rock britannica e italiana, ma il gruppo del suo cuoricino è una band emo di New York: i Brand New. Nel tempo libero si copre di tatuaggi e piercing, mentre nel tempo rimanente scrive stronzate su un blog. Sfortunato al gioco, in amore e in un sacco di altre cose. « NON MI AVRETE MAI COME MI vorreste se solo mi voleste in qualche modo invece proprio sticazzi, wow »

Altri articoli che potrebbero interessarti
3 Comments
  • Leila

      REPLY

    Ciao a tutti, ho letto questo articolo e avrei una canzone degli Arctic Monkeys da aggiungere alla playlist: A Certain Romance. Forse dico una sciocchezza, ma ascoltandola ho immaginato di sentire solo la musica, senza la voce di Alex e miseria... sembra un vero amplesso con l'intro lento e poi dei colpi e poi sempre altri colpi regolari per poi arrivare all'assolo che assomiglia ad un vero orgasmo "musicale"... o almeno per me è così. Se poi vogliamo metterci pure il testo e la voce di Alex ci sono delle frasi che mi fanno pensare molto, anche se la canzone non parla solo di questo: But I said No! Oh no! Well you won't get me to go! Not anywhere, not anywhere No I won't go Oh no, no! Ci tenevo a fare questo commento e buon ascolto a tutti !!

  • lupostrozzato

    lupostrozzato

      REPLY

    Intanto grazie per il commento, cara. In effetti anche A certain romance poteva starci benissimo, probabilmente ci sarebbero gli estremi per scrivere una lista di dieci o quindici canzoni adatte al sesso scritte solo dagli arctic monkeys! Provvediamo subito ad aggiungere la canzone alla playlist, comunque, bacini :*

  • Caterina

      REPLY

    Io aggiungerei Iron Sky di Paolo Nutini

Dicci la tua


Unisciti alla NoisyNation!

NoisyNation
Gruppo Facebook · 614 membri
Iscriviti al gruppo
Gruppo ufficiale di NoisyRoad Vuoi parlare con qualcuno del nuovo album degli MGMT, ma l'ultima cosa indie che abbiano ascoltato i tuoi amici è la pu...
 
Ci trovi anche qui:

Artisti Emergenti