Views Drake 29 aprile 2016
0.0

Da «this is nothing for the radio, but they still play it though» di Tuscan Leather, traccia d’apertura di Nothing Was The Same (Cash Money, 2013), ad Hotline Bling, traccia di chiusura del nuovo album VIEWS (Cash Money/OVO Sound/Young Money Entertainment, 2016), il passo è stato breve per Drake. Passando per If You’re Reading This It’s Too Late (Cash Money, 2015), album di scarti, ed il joint album con Future, il rapper di Toronto ha pubblicato un disco che se anche lontanamente avesse la pretesa di ‘rispondere’ a Kanye West e Kendrick Lamar, non riuscirebbe nemmeno ad essere alla pari con The Life Of Pablo e To Pimp A Butterfly (forse nemmeno con Untitled Unmastered).

13062428_815736131891693_9065479727309288064_n

Una risposta a Kanye, però, Drake sembra averla data. È risaputo quanto poco chiara sia la relazione tra West e Drizzy, tra faide, collaborazioni e prestiti di beat e flow, ma quel che il canadese ha fatto con Pop Style, singolo estratto da VIEWS, è risultato piuttosto strano. Nella versione del singolo si possono sentire dei versi rappati da Kanye West e Jay Z, con il nome di The Throne – in riferimento a Watch The Throne – ma nella versione del disco la parte dei due è stata rimossa e sostituita con dei versi dello stesso Drake.

E sebbene non fosse un mistero, Pop Style è un titolo che sembra sancire definitivamente la svolta di Drake verso il pop, verso Hotline Bling, qualcosa di decisamente «for the radio» che tutti, volenti o nolenti, abbiamo ascoltato. Il suo nome dice poco ai più, ma quando collabora con Rihanna, come nel singolo estratto da ANTI, Work, Drake diventa virale. E non solo nel mondo strettamente hip-hop mainstream. Questa cover ne è l’esempio:

Quel Drake e quello di VIEWS sono la stessa persona, pur non essendo lui a cantare la versione originale contenuta in Nothing Was The Same, nella quale la voce è di Majid Jordan.

Per carità, VIEWS è comunque un buon disco. La distinzione manichea tra (pop)olare e meno (pop)olare è superata, anche se non da tutti. Nemmeno Nothing Was The Same è esente da tendenze pop, ma VIEWS non prende come quel disco, a cui tuttavia somiglia, pur mancando di lavori pregevoli come il beat di Pound Cake (con un sample del Wu Tang Clan) e quello di Tuscan Leather (sample di Whitney Houston). Pur con alcune tracce piuttosto piatte e scialbe come Too Good – con Rihanna – VIEWS non manca di brani più entusiasmanti come Feel No Ways e l’omonima del disco Views.

Purtroppo per Drake, però, nell’anno in cui Kanye West è tornato con un super disco, Kendrick Lamar ha fatto uscire degli scarti che son pure strepitosi, Beyoncé pare abbia sfornato un buon lavoro e con Frank Ocean e molti altri in arrivo, VIEWS rischia di non lasciare una traccia indelebile à la To Pimp A Butterfly, se non per le vendite. Vendite in netto rapporto di causalità con l’inserimento di Hotline Bling tra le venti tracce che compongono il disco, riassumendo così tutto il nuovo (vecchio) Drake.

13087384_10153591751657844_6915071727925425518_n