UP&COMING: Bruno Belissimo

by Maria Vittoria Perin

Nome: Bruno Belissimo

Nazionalità: italo/canadese

Per quelli a cui piacciono anche: l’elettronica, ballare, tutto ciò sia tropicale

Migliori canzone: Suavecito

Pubblicazioni: Bruno Belissimo (2016), Ghetto Falsetto (in uscita il 4 maggio 2018)

Quando hai iniziato a fare musica?
Ho iniziato a suonare seriamente verso i 14 anni, abbastanza tardi considerando che vengo da una famiglia di musicisti. Ho trovato un basso nell’armadio di mio Padre e da quel momento la mia vita è stata irrimediabilmente compromessa..

Quali sono le tue influenze?
Tutto l’old school funk, la Motown con periodi bui un pò prog e jazz o addirittura fusion da riccardone. Poi ho scoperto le tastiere che da giovanissimo snobbavo e un ulteriore mondo mi si è spalancato davanti..

Com’è stata la tua esperienza al SXSW?
Assolutamente positiva, andare al SXSW è una cosa che auguro a ogni band o artista di poter fare. E’ un ottima occasione per misurarsi con artisti internazionali e vedere una marea di cose nuove.. il posto perfetto se si cercano nuovi stimoli, un po’ il paese dei balocchi della musica.

Sei italo-canadese, pensi che le due culture abbiano influenzato la tua musica?
Non so, io in fondo mi rifaccio molto ad un heritage musicale tutta italiana, diciamo che mi sento più influenzato dall’aver avuto la fortuna di viaggiare molto nella vita in genere.

Com’è la scena elettronica in Italia?
Credo sia molto florida, di qualità e sempre meno derivativa da tendenze che “subiamo” da paesi trend-setter come UK e USA. Sono molto felice di essere entrato nel roster de La Tempesta con questo disco, è un label che ho sempe ammirato, ho sempre ascoltato i dischi che ubblicavano quindi mi sento lusingato di far parte della famiglia.

Con FUTURO ti occupi di produrre colonne sonore. Per quale film ti sarebbe aver creato la colonna sonora?
Ce ne sono molti ma Cannibal Holocaust su tutti.

Se ti dico “esotico”, qual è la prima cosa che ti viene in mente?
Qualcosa che si beve e che ho bevuto.

Descrivi la tua musica in 3 aggettivi.
Leggera, divertente, acqua gym (hai detto aggettivi?)

Se il tuo progetto fosse un drink, quale sarebbe?
Bloody Mary

Hai una routine pre-concerto?
Oltre a dimenticare di accordare il basso? do un bacino al mio computer e gli auguro buon concerto. Lo so è un po’ strano..

Novità?
Tante e a breve direi, sto facendo un mucchio di cose è un bel momento

Dove ti possono trovare i nostri lettori?
Oltre che sul web a tutte le ore sarò in concerto per tutta la primavera/estate im giro per il belpaese e non solo..

FacebookSpotifyInstagram

Maria Vittoria Perin

Sogno costantemente concerti e nella realtà li aspetto come un bambino aspetta Natale, intanto colleziono testi di canzoni in un'agendina nera tappezzata di stickers di album. "If you lost your faith in love and music, oh the end won't be long" dovrebbe essere un mantra.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua


Ci trovi anche qui: