Intervista: Jason Williamson degli Sleaford Mods

by Daniele Convertino

Quando sei un fan degli Sleaford Mods ed intervisti Jason Williamson, ti aspetti che imprechi giusto un po’ di più. Ma evidentemente preferisce lasciare le imprecazioni alla musica, ed è comunque fantastico, ovviamente.

In questa intervista, Jason ci ha parlato del film Lost Dog (puoi leggere la nostra intervista al regista qui), dei tagli all’assistenza per i disabili targati Tory, degli Sleaford Mods e molto altro. Lui interpreterà uno dei personaggi principali del film attualmente in crowdfunding, di cui abbiamo parlato in questo articolo:

L-R: Robbo (Jason WIlliamson), Icky (Jamie Beddard).
L-R: Robbo (Jason WIlliamson), Icky (Jamie Beddard).

Perché hai deciso di partecipare al film Lost Dog?

Voglio recitare. Mi ha sempre interessato e la cosa è venuta fuori con Andrew [Tiernan, ndr], chiacchierando a qualche concerto a cui è venuto. Il tema centrale è così interessante. Il film essenzialmente è un viaggio orribile nell’odio che il governo induce a provare verso un gruppo percepito come sacrificabile. Questo è fottutamente orribile.

Incolpi il partito dei conservatori per i tagli al welfare ed è certamente vero. Ad ogni modo, è possibile che il New Labour di Tony Blair abbia in qualche modo portato a ciò? Inoltre, secondo me, questo è il motivo per cui Jeremy Corbyn non riesce ancora a prendere il controllo.

Corbyn subisce colpi da ogni parte. Ciò che hai detto diventa inutile quando si tratta del volume di sofferenza che subisce. Non penso che il New Labour rappresenti una ricerca di giustizia o di politica rivolta alle persone. È l’estensione costruita su misura di un trend politico in questa attuale forma di tardo capitalismo. Scegliendo il diminutivo “Tony”, è riuscito ad ammaliare la gente. Quel nome suggeriva l’idea di essere un uomo comune in cui ci si potesse facilmente identificare, ma lui non lo era affatto. Non sono un esperto di nuove politiche indotte dalle vecchie etc., ma questi tagli sono stati applicati dalla coalizione del secondo mandato dei macellai conservatori. Vorrei anche precisare che non sono un laburista. Vorrei solo giustizia ed armonia per la gente che vive sotto un governo. Corbyn è l’unico con le palle.

Quale ruolo giocano musica, film e più in generale cultura nella lotta contro l’austerity?

Non fanno un granché.

Si può dire che gli Sleaford Mods e Lost Dog siano parte della “controcultura”? Se sì/no, perché e come?

La controcultura dovrebbe avere un approccio invisibile. Idealmente, non è qualcosa che si può vedere perché altrimenti il concetto in sé diverrebbe inutile. Questo è il modo in cui la vedo io, comunque. Quel che faccio con le canzoni è un commento e basta. Direi che #LostDogFilm è sullo stesso livello. Date certe informazioni/idee/mentalità.

Quanto è importante il linguaggio per la controcultura (penso al verso «to disagree on social networking sites is to kill the counter-culture», da “Under the plastic and N.C.T.”)? In che modo vi contribuiscono gli Sleaford Mods?

Ritengo la controcultura più come azione. Ma ovviamente il linguaggio la alimenta ed ciò che fanno adesso i media. Sta diventando chiaro il fatto che ci vengano costantemente dette bugie, al punto che questo (spero) diventerà il motore del cambiamento.

L-R: Jamie Beddard, Jason Williamson, Frank Boyce, Andrew Tiernan.
L-R: Jamie Beddard, Jason Williamson, Frank Boyce, Andrew Tiernan.

 

Daniele Convertino

Direttamente dai putridi Bassifondi?, un tipico ribellino fuck-da-system schiavo della monotonia.

Altri articoli che potrebbero interessarti

Dicci la tua


Ci trovi anche qui: